30 dic 2013

FELICE ANNO NUOVO


Tantissimi Auguri di Buon Anno a voi che mi avete seguito nel 2013,sperando che questo nuovo
porti ad ognuno di voi tanto di tutto,tutto quello che desiderate per essere felici insieme ai vostri cari.Lo stesso spero per me,grazie di aver condiviso le mie pagine e per avermi fatto compagnia
quando ne avevo bisogno,ormai fate parte delle mie amicizie,seppur virtuali ,io vi ritengo vere amiche ,le amiche sostengono e voi l'avete fatto con me ,tanto.
Mi auguro, di avervi come mie follow anche in quest'anno 2014, con la speranza di essere cosi' fortunata di non perdervi mai di vista come io faro' con voi in tutti i 365 giorni che verranno,che siano i migliori per tutti.Grazie ancora e tanta e tanta felicita',Lisa.      




27 dic 2013

STELLA CON MACEDONIA


Non è perfetta come forma,mi piaceva l'idea di prepararla,non avendo programmato nulla,mi sono avventurata come potevo,avevo bisogno di uno stampo e mi sono accontentato di una bozza disegnata li' per li'.
Con questo non pretendo di essere perdonata per il risultato,è anche vero che non sono la fine del mondo con i dolci,non li preparo spesso e la pratica in queste preparazioni,non è il mio forte.
Pero' ci ho messo tutta la mia volontà',assaggiarla valeva piu' di     guardarla      ecco la mia stellina far parte     della cena di Natale,fra le tante cose brillare con i suoi colori ed il suo sapore.

Pasta frolla
200g di farina 00
100gr.di zucchero
100gr.di burro
1 uovo
10 gr.di lievito per dolci
1 bustina di vanillina

Crema pasticcera al limoncello

500ml di latte
150gr.di zucchero semolato
4 tuorli
3 cucchiai di farina 00
2 cucchiai di limoncello

Gelatina neutra di albicocche
frutta fresca a piacere

Preparare la pasta frolla come di consueto,stendere con il matterello di 1 cm di spessore ,rivestire uno stampo imburrato e infarinato.
Preparare la crema pasticcera,appena fredda unire il limoncello.

Comporre la stella coprendola con la crema pasticcera,decorare con la frutta fresca tagliata a fette sottili,coprire con un filo di gelatina neutra.
http://www.chefsilvia.it/dolci-torte-dessert-gelati/item/ricetta-dolce-stella-di-natale.html?category_id=171

23 dic 2013

BUON NATALE


Con l'augurio che il santo Natale, vi porti con i doni sotto l'albero,infinita serenita'.
                             Buon Natale a tutte voi care amiche,ci ritroviamo a presto.


29 nov 2013

Stoccafisso in cassuola


Che bello è andare a cercare quello che si mangiava una volta ,secondo le tradizioni,questa ricetta,si dice sia di origini napoletana antichissima,"coroniello ossia filetto di stoccafisso alla cassuola".
Quando ero giovinetta e la mia mamma lo preparava,non lo mangiavo volentieri,ma per casa c'era un buon profumo,quel profumo che oggi mi ha fatto ricordare tante belle cose .
Mangiare cose semplici faceva parte dei costumi di una volta,si apprezzava molto piu' di oggi quello che si portava a tavola,invece di andare in cerca di piatti costosi,complicati ,senza genuinita'.
Riscoprendo questi sapori,devo dar ragione a chi tempo indietro,mi diceva che stavo perdendo molto rifiutando una buonissima porzione di Curuniello a' cassuola;come viene chiamato dalle nostre parti.
In virtu' di quello che pensavo  allora,devo dire ad alta voce che aveva ragione mia madre ,non oso pensare cosa avra' pensato vedendomi preparare O'stocco,quello che io tanto odiavo impensabile che mai lo avessi mangiato .....


 500g di Curuniello(stoccafisso)
 500g di pomodori frechi
olio,sale,peperoncino
aglio,prezzemolo capperi
prezzemolo fresco
olive nere di Gaeta
pomodorini del piennolo del Vesuvio
o pomodorini rossi del ceppo


In una padella antiaderente e abbastanza capiente,rosolare l'aglio nell'olio,aggiungere i pomodorini a piacere,far cuocere per almeno 10 minuti,salare poco,unire lo stoccafisso pulito e tagliato a pezzi.
Ci sarebbero due versioni;la prima vuole che si infarinano i pezzi e si friggono a parte,poi si mettono nel sugo preparato,questo modo è molto piu' saporito,ma molto calorico.
Invece io lo aggiungo alla salsa a crudo,lo faccio cuocere (e questo lo faccio ad occhio)circa 10 minuti,bisogna stare attenti che i pezzi restano ben sodi attaccati alla pelle dello stoccafisso,altrimenti rischiare che si sfalda tutto.
Finire il piatto con olive nere snocciolate,capperi dissalati,ciuffi di prezzemolo,un peperoncino piccante,a piacere con il sugo rimasto ,condire un bel piatto di spaghetti.

Con questa ricetta partecipo al concorso:" AiutoChef cercasi" in collaborazione con Olio Carli e lo Chef Davide Oldani.



15 nov 2013

PANINI INTEGRALI CON IL BIMBY

Per ragioni di linea,ho provato a preparare questi panini di farina integrale,non abitando in centro citta',molte volte sono impedita ,o non mi va di arrivare al forno perche' mi tocca spostarmi in macchina,allora cerco di organizzarmi ,in dispensa non mi mancano le farine adatte a qualsiasi cosa voglia preparare,è poi mi diverte l'idea di mettere le mani in pasta.
Di ricette simili ne ho provate molte,questa è particolare ,semplice,veloce,ottima ,infatti non fa rimpiangere il pane acquistato in forno.
Consigliato dai nutrizionisti è meno calorico del pane bianco anche se di poco,ma ricco di vitamine utili per la nostra salute quali il calcio ,il ferro e la vitamina de gruppo B,ma anche antiossidante e ricco di fibra.
Io lo trovo molto saporito,rispetto al pane bianco ha quel chicco in piu' che lo rende moltogustoso,digeribile,ha una marcia in piu' per abbinarsi ad alcuni sapori.
La ricetta non è mia ,facendo alcune ricerche mi sono fermata al sito di :
http://blog.giallozafferano.it/studentiaifornelli/ricetta-panini-integrali-soffici/

Questi sono quelli che io ho preparato ,grazie al sito in questione per avermi dato questa opportunita' .Ho scelto di prepararli nel bimby.

                                 


500g di farina integrale
120g di manitoba
250ml di acqua
3 cucchiaini di sale
50ml di olio di oliva
1 cucchiaino di zucchero
15g di lievito fresco


Versare l'acqua nella ciotola del bimby,sciogliere il lievito,aggiungere il zucchero,avviare impostando il tasto spiga;unire la farina poco alla volta,l'olio ed il sale sempre in movimento per almeno 5 minuti.
Raccogliere l'impasto in una ciotola,coprire con un panno morbido,far lievitare per circa 2 ore.

                                         La massa cresciuta spaventosamente
Dividere l'impasto in tante pagnottine ,metterle in una teglia con carta da forno,far lievitare fino al raddoppio.
Infornare per circa 20 minuti a 180°gradi,avendo l'accortezza di sistemare nella parte bassa un recipiente pieno di acqua,sfornare ,si possono anche conservare per piu' di un giorno.
                               
                                 


















09 nov 2013

POLPETTA NEL PANINO









    



La regina delle famiglie,la polpetta,il cibo povero,cosa ne sarebbe stato della cucina popolare senza di essa?
legata a ricordi di infanzia;non c'era domenica senza polpetta,mangiata a pranzo con la pasta al forno era una festa,la sera nel panino una goduria,il fast food dei nostri tempi.
Proposta in innumerevoli modi ,è sempre buona,risolve qualsiasi pranzo si voglia in un battibaleno,
al ragu',in brodo,bianca fritta con sale e pepe,imbottita e ancora ...




500g di carne di vitello macinata
un panino da 50g
2 uova
sale qb
parmigiano grattugiato a piacere
olio di oliva
pepe
ragu'


       Ammorbidire il panino in una ciotola con acqua,strizzarlo ed aggiungere alla carne,unire il parmigiano,il sale,le uova,impastare fino ad assorbire gli ingredienti.                          
Dividere  l'impasto in tante palline ,passatele nel pane grattugiato,friggetele in olio di oliva gia' caldo.
      Aggiungete al ragu' preparato in precedenza,fatele cuocere per 10 minuti o piu' per insaporirle con il sugo.
A questo punto è vostra scelta ,le mangerete come piu' desiderate,io non abbandonerei l'idea di 
riempire un bel panino ,cosa veramente  da non perdersi.






   



























01 nov 2013

CAVOLO DESTRUTTURATO






Stavolta cosi' l'ho visto questo piatto ,non avevo nemmeno la minima idea di quello che sarebbe venuto fuori quando  lo preparavo.
Il cavolo è un'ottimo ortaggio   che di  solito   cucino , stavolta  non mi     andava giu'  di mangiarlo"normale"come io definisco il modo di cucinare ,non mi andava per niente,tutto è nato durante il procedimento ,una alla volta le idee per destrutturare questa  ricetta mi hanno illuminata ed ecco il risultato.
In effetti non ho faticato molto,ho solo aggiunto degli ingredienti e presentato il tutto in versione
contemporanea(quello che preferisco).
Un ottimo risultato,gustosamente appetibile ,lo consiglio a chi non piace il sapore del cavolo
infatti esso viene mascherato dall'aggiunta dei formaggi  e dal contrasto della pancetta che è determinante .




1 cavolo medio
pasta mista  a piacere
pecorino romano grattugiato qb.
grana grattugiato qb
aglio 1 spicchio
olio di oliva
sale
peperoncino
pancetta dolce a pezzetti a piacere
Per contorni:acciughe sott'olio,dadi di parmigiano reggiano
1 bustina di besciamella
pepe
provola a dadini

Pulire il cavolo,tagliatelo a cimette ,lavatelo bene.Imbiondite l'aglio nell'olio caldo,aggiungere la pancetta a dadini,fate rosolare per pochi minuti,unite le cimette di cavolfiore ,continuare la cottura facendo rosolare il cavolo fin quando non diventa una quasi purea schiacciandolo con una forchetta.
Se occorre ,unire un bicchiere di acqua calda e coprire.
Spezzare a mano la pasta desiderata possibilmente in piu' formati,calare nella pentola,far cuocere pochi minuti (deve essere molto al dente),salare.
Trasferire la pasta in un recipiente da forno,condirla con una bustina di beschiamella gia' pronta,la provola tagliata a pezzi,i formaggi,il peperoncino,il pepe,finire con il grana grattugiato,mettere in forno a gratinare.
Una volta pronta ,potete mangiarla come vi piace,io ho ho usato uno stampino per modellarla e l'ho presentata contornata di acciughe sott'olio e dadini parmigiano.


lisaricette.blogspot.com

Con questa ricetta partecipo al Contest di Cucinando.

24 ott 2013

RISOTTO CON BOCCONCINI DI POLLO AL LIMONE,ROSMARINO E PARMIGIANO.

Il piatto finito

I risotti sono la mia passione,li preferisco ad un piatto di pasta ed il resto,poi tutti conosciamo le proprieta' del riso e allora perche' non variare facendo posto ad un piatto cosi' ricco di bonta'
un pasto completo in tutto.La ricetta l'ho presa dal sito:
http://video.corriere.it/risotto-parmigiano-rosmarino-bocconcini-pollo-limone/bcf67f2a-eafb-11e2-aab6-99ce3905fffc
vi consiglio di visitarlo,è piaciuto a me per come si propone e per i suoi protagonisti.




                                     Questo è il sugo ristretto

300g di pollo (petto)
300g di riso
brodo vegetale qb
3 rametti di rosmarino fresco
1 cucchiaino di aceto bianco
1/2 bicchiere di vino bianco
50 g di burro
1 limone
sale,pepe
parmigiano 60g grattugiato

Tagliare il petto di pollo a bocconcini,mettere in una padella con un filo di olio extra vergine di oliva e salare,pepare,bagnare con il vino bianco;quando è evaporato,con il brodo vegetale .
Profumare con la buccia di limone non trattato,cuocere per pochi minuti,eliminare il pollo dalla padella,far ridurre il sughetto con una noce di burro aromatizzato con gli aghi di rosmarino tritati.
Cuocere il riso facendolo tostare in una pentola con un pizzico di sale,aggiungere il vino,far evaporare,continuare la cottura con mestoli di brodo vegetale,quando sara' terminato con il sughetto rimasto.Condire con un cucchiaio di burro e parmigiano grattugiato.Impiattare il riso,adagiarvi sopra i bocconcini di pollo,servire caldo.


La tostatura del riso



17 ott 2013

IL PAN BABA' DI ADRIANO CONTINISIO






Non a caso il mio blog si chiama Di Lisa,e altre ricette;quando ho aperto il mio blog.questa era l'idea ,di raccogliere tante ricette,le piu' belle e postarle in questa pagina,un diario per me,una condivisione piacevole per voi.
Girovagando come faccio sempre  nel web,mi sono ritrovata in questa paginahttp://profumodilievito.blogspot.it/2007/10/pan-bab.html  .Splendore per i miei occhi,quando
ho iniziato ,ricordo che questa è stata una delle prime ricette che ho preparato,scelta per essere cosi' particolare,e poi dal blog di Profumo di Lievito di Adriano Continisio.
Durante la mia avventura come blogger,ne ho vissute tante,molte gioie ,ma anche dispiaceri dovuti
a tutti gli inconvenienti che possono succedere quando possiedi un blog.
Ho perso tante volte foto e ricette postate negli anni addietro senza poter mai recuperarle,una delle tante,era questo meraviglioso Pan Baba';e ora che il caso me lo ha fatto ritrovare,voglio immagazinarlo gelosamente nel mio blog per non perdere piu' di vista una ricetta cosi' speciale creata dal maestro ,non ho bisogno di parlarvi di Adriano Continisio,è tanto noto per la sua fama
per chi non ha avuto modo di ammirare le sue creazioni,vi mando al suo link sopra indidicizzato dove troverete
tutte le spiegazioni per prepararlo,e tante ancora informazioni utili per far si' che questo dolce diventi anche il vostro preferito.

Foto di propieta' del blog:Profumo di Lievito

07 ott 2013

FANTASIE DI PIZZE



Quando mi dedico alla cucina,lo faccio seriamente,il mio motto è fare le cose per bene ,o non farle affatto.Tante sono le ricette che provo per l'impasto della pizza,questa volta la mia scelta mi ha dato 
qualcosa in piu',la sua sofficità' mi è piaciuta molto, tanto che ho voluto provare a preparare un duetto.
Come sempre ,ho girovagato nel web,la mia curiosità' si è fermata a questa scelta avendo notato le diverse dosi di ingredienti,semplici,ma efficaci.Niente di eclatante,solo una buona ricetta,per una buona pizza,e fritte sono ancora piu' buone.



Le dosi sono:

Farina 500g
sale 1 cucchiaino
acqua 250 g 
lievito 1/2 cubetto
olio 1 bicchiere 
zucchero 2 pizzichi

Impastare la farina con l'acqua dove avete sciolto il lievito,aggiungere lo zucchero,sempre impastando l'olio ed il sale.
lavorare bene l'impasto,volendo anche nell'impastatrice(ancora meglio)farlo riposare finché' non raddoppia di volume.
Riprendere  la massa raddoppiata e sgonfiarla sul piano,lavorare ancora ripiegandola per piu' volte,
a questo punto,dividete in pezzi di uguale misura,far ricrescere .
Modellare a forma di palla ogni pezzo nel palmo delle mani,poistendete  l  'impasto con i pollici creando  delle pizzette che friggerete nell'olio di oliva bollente.
Preparare il sugo e condire le pizzette fritte,spargere del parmigiano grattugiato. 
Per la pizza intera:stendere l'impasto in un recipiente da forno,condire a piacere,infornare per 10 minuti a 200° (io metto un recipiente con l'acqua nel basso del forno).










27 set 2013

SPIGOLA ALL'ACQUA PAZZA


Le varie ricerche da me fatte sulle origini di questa ricetta,non mi hanno chiarito le molte domande che mi facevo sulle sue origini;le voci sono discordanti,ma due le tesi.
Si cita che i pescatori di Ponza del vecchio secolo ,dopo aver pescato ,usassero tutti i pesci piccoli per sfamarsi cucinandoli sulle loro barche all'acqua pazza.
Altre fonti danno la propieta' ai napoletani,e sempre dovuta ai pescatori che si deliziavano sulle loro barche a cucinare in questo modo i pesci che scartavano alla fine della giornata rimasti bloccati nelle reti .Ora resta il fatto che io ho altri ricordi dovuti a questa ricetta,ricordi di famiglia,mi è stato insegnato che l'acqua pazza si cucinava in un certo modo e cosi' ho sempre fatto.
Secondo me,i pesci come :orata,spigola ecc.vanno presentati solo cosi',all'acqua pazza.


1 spigola da 1 kg.
olio extra vergine abbondante
sale
prezzemolo tritato
pomodorini rossi freschi a piacere
aglio (facoltativo)
acqua mezzo bicchiere

Pulite il pesce  dalle squame,con un coltello affilato,fare delle incisioni sul dorso inserendovi l'aglio a pezzetti piccolissimi ,il prezzemolo.
Tagliare i pomodori in quattro ,aggiungere al pesce,condire con l'olio generosamente,salare.
A questo punto unire l'acqua,coprire il recipiente con carta alluminio,far cuocere lentamente a fiamma bassa sul fuoco(volendo in forno )per 20 minuti 180°.
Controllare la cottura,spegnere il fuoco,trasferite la spigola in un piatto largo,pulire bene dalle eventuali spine,riporre i filetti ottenuti nel sugo all'acqua pazza ristretto.

22 set 2013

SPAGHETTI ALLE VONGOLE(la ricetta originale napoletana)



Oltre ad essere il mio piatto preferito ,è il piatto che piu' mi piace preparare perche' come altri della tradizione napoletana da ottimi risultati,è apprezzato se cucinato bene e non ti costringe a stare tanto tempo ai fornelli.
Le versioni sono due:in bianco,macchiati con pomodorini rossi freschi,questa ultima è quella che di solito preferisco,ma la tradizione li vuole in bianco per gustare il vero sapore del mare dato da questi molluschi .
Ho un mio modo per presentare questa ricetta,qualche accorgimento per farlo diventare speciale,dovuto all'esperienza ,con ottimo risultato,ma la cosa essenziale non deve mancare,la freschezza dei frutti primo segreto per ottenere ilsapore che lo distingue tanto.


160g di spaghetti
300 g di vongole
200 g di lupini
olio di oliva o extra a piacere
aglio 2 spicchi
prezzemolo tritato

Dopo aver fatto spurgare le vongole nell'acqua di mare,passatele sotto l'acqua corrente eliminando eventuali residui di sabbia o altro(in genere dovrebbero essere pulite)
Scaldare l'olio (io uso in abbondanza)rosolare l'aglio,versare le vongole ed i lupini(che sono opzionali)fare aprire bene le valvole,aggiungere il prezzemolo tritato,coprite per qualche istante,continuare la cottura appena si sono aperte tutte per pochi minuti,spegnere e tenere da parte.
Far bollire l'acqua,salare,calare gli spaghetti,cuocere al dente;in una padella antiaderente,versare gli spaghetti,le vongole,il peperoncino tritato,saltare la pasta finche' non si amalgama bene al sugo di vongole e lupini.Servire subito con l'aggiunta di un ciuffo di prezzemolo.

03 set 2013

SPIEDINI DI PESCE SPADA CON VERDURINE IN AGRODOLCE.



Finite le vacanze per tutti(o quasi)riprendiamo il nostro cammino in questa blogsfera che ci da tanto,distrazioni,impegno,soddisfazioni infinite e tante amicizie che mi fa piacere ritrovare.Approfitto per salutarvi tutte i ,i miei sostenitori e no,grazie per seguirmi in questa ed altre pagine,per i commenti ed approvazioni che mi facilitano il compito in questa avventura.Anch'io vi seguo,mi aggiorno sui vostri blog ed
ammiro le vostre pagine,siamo tanti lo so,ma talmente è la voglia di conoscere sempre ed apprendere nuove,
che visito tantissimi blog nei miei spazi liberi,anche se mi scuso se non mando commenti a tutti.
Aggiorno il mio blog con questa ricetta che ho preparato senza programmarla,anzi è stata cosi' spontanea perche' come gia' vi ho detto altre volte,non mi piace cucinare sempre le stesse cose,anche se al momento ,,,,mi devo inventare qualcosa per non annoiarmi.
Tutto frutto delle mie letture,riesco a ricordare di aver visto cucinare il tale cibo in un certo modo,siccome di tempo per rileggere al momento non ne ho,faccio a caso,quello che mi è rimasto impresso ,quindi se vi viene voglia di provare a fare questo piatto,non me ne vogliate se non è quello da voi preferito perche' è preparato secondo i miei gusti.Pero' ve lo consiglio,il pesce spada ,preparato così è ottimo,un'alternativa al solito,risulta morbido,succoso,invitante, dal sapore e profumo agrodolce che attira di non poco.


Tagliare le fette di spada a dadini eliminando la pelle e l'osso centrale.Preparare le zucchine facendole a pezzi piuttosto grossi,infilare alternando su spiedini di legno, sistemateli in una padella abbastanza larga,salateli,
aggiungete olio di oliva a piacere,aghi di rosmarino,pepe  macinato fresco.
Fateli rosolare a fiamma bassa,unire un bicchierino di aceto bianco,appena è evaporato,un bicchiere di vino bianco secco.
Far evaporare ancora per qualche minuto,aggiungere cipolline in agrodolce che farete cuocere insieme agli spiedini,pomodorini rossi tagliati a meta'.
Continuare ancora la cottura a piacere(io li preferisco morbidi e succosi),servire ancora caldi.

23 ago 2013

MELANZANE RIPIENE


Con questa ricetta,riprendo il mio percorso in questo diario dove  custodisco le cose che cucino,condividendo con voi con piacere .Mi siete mancate molto,come ho gia' detto in altri post,questo spazio è diventato parte di me,non riesco a starne lontana per lunghi periodi,tutto mi manca,voi con i vostri blog e le vostre ricette,il tempo che passo a cercare tanti piatti nuovi,e preparare per inviarvi i miei piatti aspettando poi con gioia i vostri commenti.
Da tempo pensavo di fare le melanzane ripiene,avevo qualche dubbio ,mi sembrava un piatto troppo calorico per questo periodo ,con il caldo che abbiamo avuto in questa stagione si ha voglia di cibi freschi,leggeri,poi non si ha tanta voglia di accendere il forno e fornelli.
Invece mi sono ricreduta,è una pietanza ricca si,ma cucinandola al vapore,non appesantisce,di un profumo
invitante,i sapori mediterranei,ottimo come pasto unico.
La presento a voi sperando come sempre di ricevere consensi da parte vostra ,e sopra ogni cosa,ritrovarci per un saluto dopo questa pausa estiva.
Consiglio melenzane tonde,grosse e freschissime,se avete un'orto come me,coglietele al momento.




Togliete la calotta alle melanzane dopo averle lavate ed asciugate,scavate al centro di ognuna raccogliendo la polpa ,mettetela da parte;cuocetele a bagnomaria per 10 minuti girandole piu' volte.
Tagliate la polpa a dadini,friggete con olio di oliva,preparate un sugo di pomodori con aglio,salate,aggiugete basilico fresco.
Mettete a bollire una pentola dove cuocerete la pasta(io ho usato gli spaghetti)scolatela direttamente nella pentola con il sugo,unite i dadini di melanzane, ricotta stagionata,pepe e un pizzico di sale.
Riempite le melanzane con la pasta,infine del parmigiano grattugiato,passatele al forno per pochi minuti facendole grigliare.

01 ago 2013

SCUSATE SE MI SFOGO UN PO'.


GHIACCIOLI ALLA PESCA CON SCIROPPO .


Oggi ,sono costretta a stare in casa per un guasto alle tapparelle causatomi da un'operaio poco scrupoloso,non è bello starsene da soli un'intero giorno,anche se con questo sono 48 ore che non esco di casa.Collegarmi ad internet,è la mia salvezza,il tempo passa veloce,sono tanti i siti che visito,anche se non faccio nomi(siete davvero tante)voglio ringraziarvi tutte e tutti i foodblogger;mi fate tanta compagnia senza saperlo.Sono sempre piu' attratta dalle vostre ricette,non sono mai sazia di cercarle,pero' come è strano questo web,basta un clic,ed entrare nei vostri blog,scoprire le vostre preferenze,conoscere quello che preparate,capire dai vostri commenti che carattere avete,quasi a conoscervi .Sono ormai cinque anni che ho aperto il mio blog,conosco molte di voi solo per le mie visite ai vostri siti,ma per me è come se vi conoscessi realmente,so quasi tutto di voi dalle vostre descrizioni,per me siete tutte le amiche che non ho mai avuto per tanti problemi legati al mio modo di vivere.Stavolta davvero ho parlato troppo,forse,sono quasi sempre molto concisa nei miei post,tutto dovuto anche al mio poco tempo libero,oggi invece ne ho fin troppo e vorrei dirvi in questo post ,tutto quello che provo.
Intanto per riprendermi da questa apatia forzata,avendo bisogno di qualcosa di fresco ,mi sono soffermata su questa ricetta ,mi ha colpito la sua freschezza,facilissima da preparare ed è pronta in poco tempo.
Per farmi perdonare e per essermi sfogata annoiandovi spero non troppo,vi invio la preparazione ,non è mia ,
ma di Imma del blog:Dolci a Go GO che ringrazio per questa idea che mi è piaciuta tanto,chiedo scusa se
non è molto simile come aspetto alla sua.


Se andate sul suo link,troverete la ricetta originale

23 lug 2013

PER L'ULTIMA SFIDA DI TUTTI CUOCHI PER TE DI CUOCO DI FULMINE.


STRUDEL DI MELANZANE E CONTORNI



Questa è l'ultima ricetta che preparo per la sfida di Cuoco di Fulmine;per me non sono state sfide,ma solo un gioco ,vi ho partecipato con tutto il mio entusiasmo e ringrazio ancora coloro che me lo hanno permesso.
Non amo molto partecipare ai Contest,e poi il tempo non me lo permette,stavolta non sono mancata ad un'appuntamento perche' sono stata molto attratta .
Inoltre ho conosciuto e ritrovato tante amiche dei blog sul web,è una cosa che gia' faccio di girovagare presa dalla voglia di conoscere ,apprendere,impreziosire le mie conoscenze sull'argomento Cibo,sono instancabile in questo campo,a volte penso che non ho abbastanza vite per informarmi sulla materia ,confesso ,mi dispiace perche' se ai nostri giorni viviamo di tutta questa contemporaneaita',figuriamoci nei prossimi anni come sara' il mondo gastronomico.
Per forza di cose devo accontentarmi  di aver gia' tanto "conosciuto", anche se la mia curiosita'  mi spinge a pensare  oltre ,senza poter mai sapere se un giorno a qualcuno piaceranno queste ricette ,che ne diranno,senza poter obiettare e confermare che questo dei nostri tempi,è il cibo piu' buono di tutti i tempi.
Intanto vi presento il mio lavoro per Cuoco Di Fulmine e Ponti con la collaborazione di Chiara Maci ringraziandoli ancora per la mia partecipazione.




Per la pasta :
190g di farina
1dl di acqua
2cc di olio
1 uovo
sale q.b
Per il ripieno:
4 melanzane piccole (tagliate per il lungo)
2 peperoni gialli a strisce
1 cipolla tritata
2 spicchi di aglio tritati
olio extravergine
1 mazzetto di basilico
1 mazzetto di prezzemolo
5 cucchiai di pangrattato
uva sultanina a piacere
capperi dissalati "
sale,pepe.
Per i contorni:
Pomodori di Sorrento
formaggio Philadelphia
carciofini Ponti
pomodorini  ripieni Ponti
crostini


Preparare la pasta strudel amalgamando tutti gli ingredienti fino ad ottenere una massa liscia ed elastica.
Coprirla con olio,far riposare per mezz'ora in un luogo tiepido.
Per il ripieno:far soffriggere meta' del trito di aglio e cipolla in una casseruola con un po' di olio,aggiungere le melanzane salare,pepare,far cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti.Ripetere la stessa operazione per i peperoni unendo capperi e uvetta sultanina gia' ammollata.Frullare il pangrattato con l'aggiunta del prezzemolo ed il basilico.
Stenere sul tavolo un canovaccio di lino,appoggiarvi al centro la pasta e stendetela pazientemente con le mani tirandola dolcemente fino a che diventi sottilissima,quasi trasparente.
Cospargetela con una parte di pane frullato e disporvi le melanzane e poi i peperoni.
Cospargere di nuovo con il restante pane.Arrotolate formando lo strudel,quindi tagliare i bordi piu' spessi ,trasferire in un recipiente e cuocere in forno a 200° per 20 minuti circa.


                                                melanzane del mio orticello

14 lug 2013

PIADINA CON SALSICCE E PEPERONI

Siamo alla quinta sfida di Tutti Cuochi per Te di Cuoco di Fulmine,con la collaborazione di Ponti con i suoi prodotti,ci sono stati dati in omaggio per poter partecipare a questo Contest.
Il tema di questa volta è basato sul preparare piatti di branch,non è stato molto facile per me perche' parto sempre con l'idea di fare dei piatti new;il tempo mi viene contro,alla fine per non perdere la mia partecipazione ,mi butto su idee piu' semplici ,ma le penso al momento,mi va cosi'.
Alla fine non spero di vincere,per me partecipare è gia' tanto;questo mi ha permesso di conoscere ancora tante belle persone con il loro blog,tutte entusiaste di questo passatempo meraviglioso in comune,cioè cucinare.
Ringrazio Ponti,Cuoco di Fulmine per avermi permesso dato questa opportunita'.





Scaldare la piadina,cospargerla di yogurt greco e di maionese,aggiungere i peperoni passati in padella con aglio e olio,la salsiccia sbriciolata e rosolata.
Chiudere la piadina a forma di cornetto,passare al grill per pochi minuti.
Preparare un piatto largo con :insalata mista,mais,pomodorini ciliegina tagliati in quattro parti,fagiolini lessati e sminuzzati,condire il tutto con un filo di olio,salare leggermente.
Appoggiare le piadine preparate al centro del piatto,versare intorno al bordo un filo di aceto balsamico ,e qualche cipollina di Ponti.
Servire caldo appena sfornato con il contorno di insalata.


29 giu 2013

RISO FREDDO CON GAMBERI E FAGIOLINI

lisaricette.blogspot.it

Eccomi pronta per la quarta sfida di Cuoco di Fulmine per il Contest:TUTTI CUOCHI PER TE con la collaborazione di Ponti.
Ho dovuto pensarci molto,questa volta si tratta di cosa seria,il tema infatti è di preparare un piatto che sia degno di  meritare il titolo di uno chef a 5 stelle,ed io gia' qui mi sono intontita.
Ma cosa cucinano i cuochi a 5 stelle di cosi' speciale da meritarsi questo titolo?Direte o penserete che con questa dichiarazione sono ammattita del tutto,e in parte è vero,ma non puo' essere uguale lo stesso solo con un piatto semplice ma genuino come questo che io propongo per questa sfida?
Forse non è quello che ai nostri giorni cerchiamo ?Cibo genuino e creativo,siamo stanchi sempre delle stesse cose e vogliamo le novita',allora che ci aspettiamo di piu?Un piatto semplice,non uguale al solito,colorato,sfizioso,e genuino,ma da proporre in modo creativo.

Lessare il riso,scolare e far raffreddare,mondare i fagiolini,cuocerli per pochi minuti per non scuocerli,appena freddi,ridurli a bastoncini in uguale misura.
Pulire i gamberetti,lessateli in acqua salata,unire il tutto al riso freddo condito con olio oliva,sale,prezzemolo tritato,uno scalogno affettato sottile.
Condire con succo di limone,erba cipollina tritata,far raffreddare ancora il tutto ,e servire in ciotoline o bicchierini.Per rendere il gusto piu' deciso,io l'ho servito con cipolline e peperoni Ponti.

16 giu 2013

CANNELLONI IN ALLEGRIA




Per la terza sfida del contest di Cuoco di Fulmine:Tutti Cuochi per te,ho preparato questo piatto con l'aiuto dei prodotti della Ponti.
Questa volta il tema era:Mamma ho invitato a pranzo gli amici,molto divertente l'idea di preparare qualcosa che sarebbe piaciuto a palati giovani;cosi' ho pensato a questi cannelloni che piacciono molto a mio figlio,un piatto da lui preferito,collaudato per  ricevere il suo consenso e degli amici.
Per  i suoi colori  allegri gli ho dato questo titolo pensando anche alla freschezza degli ingredienti che ho usato per prepararli,per me è stato veramente divertente,come lo è tutto il contest del resto,questa sfida infatti mi ha preso molto,sto partecipando con tanto interesse e voglia di fare .










Ingredienti:500g di pasta all'uovo
500g di pomodorini rossi
500g di zucchine novelle
250g di fior di latte
40g di parmigiano grattugiato
40g di pecorino stagionato
1 scalogno
olio di oliva qb.
sale pepe
un rametto di menta fresca dell'orto

Tagliare le zucchine a rondelle,rosolare in padella con uno scalogno affettato sottile.
Nel frattempo,cuocere le sfoglie di pasta per qualche minuto,scolare e farle raffreddare.
Ridurre a dadini il fior di latte,unire le zucchine,2 foglie di menta tritata,2 cucchiai parmigiano grattugiato.
Pulire i pomodori,tagliarli in quattro parti,condirli con l'olio,salare.
Riempire le sfoglie con il composto di zucchine,arrotolare,comporre tutti i cannelloni,adagiarli in una pirofila da forno,coprirli con i pomodori tagliati,scaglie di pecorino.
Passare in forno per 10 minuti circa a 180°,impiattare adornando con la menta,i peperoni Ponti tagliati sottili,la glassa Ponti.

Ringrazio Ponti ,Cuoco di Fulmine per avermi dato l'opportunità'  di partecipare a questo Contest.

13 giu 2013

PREMIO DELL'AMICIZIA BLOGGER

Rita,è una blogger mia follow;ogni giorno,faccio sempre un giro nei blog di quasi tutte le mie sostenitrici,oggi ho trovato una sorpresa,cioè un premio per l'amicizia.Per vincere questo premio bisogna attenersi a delle regole,lo faccio volentieri ,anche per dimostrare la mia gratitudine a chi mi segue ,in questo caso è il bog :In Cucina con me di Rita .

Le regole sono:Ringraziare il blog che lo ha donato
raccontare 7cose su di noi
premiare altri 15 blogger

1.Mi chiamo Luisa (lisa51) è il mio nickname
2.Sono moglie e mamma di due ragazzi stupendi
3.Sono napoletana,amo la mia citta',ne vado fiera
4.Da cinque anni ho aperto un blog di cucina
6.Cucinare è il mio passatempo preferito
7.Colleziono ricette da una vita.

I 15 blogger che premio:
 Il fogolar
La casa di Betty
L'angolo della bonta'
Lo spilucchino
Le ricette di trottolina
Accademia di Elisa
Timo e Maggiorana
Una streghetta in cucina
Fragola e limone
2 amiche in cucina
The Kitchen Nook
Annaferna mordi e fuggi
Panza &Presenza
La voglia Matta
Cocomerorosso

Corro a dare i premi,grazie a Rita per pensato a me per questa bella iniziativa.

Mi scuso per non aver linkato i blog;non ne sono capace,spero che li accetterete anche cosi'.

09 giu 2013

SPAGHETTI AL PESTO DI PISELLI;NOCI E BASILICO

                                                      
                          
             



Oggi,come ogni domenica ,ho voluto preparare un piatto non tradizionale,come sempre vado alla scoperta di piatti nuovi,e mi piace  mettermi alla prova.Il giudice è mio marito,si diverte sempre a trovare qualcosa che non va in quello che preparo,lo fa per lo spirito di contraddirmi,perchè sa ci tengo al suo giudizio,in fondo approva quasi sempre.Questo è un piatto semplice ,veloce e nello stesso tempo elaborato con fantasia,mi ha attratto molto per la sua genuinita',puo' essere preparato all'ultimo minuto e stupire.
Per 4 persone
320g di spaghetti
300g di piselli sgusciati
10 foglie di basilico
2 gherigli di noce
60 g di grana grattugiato
1 spicchio di aglio
olio extra vergine di oliva
sale.

Mettere i piselli in una casseruola,copriteli con acqua ,salate,portate ad ebollizione,fate cuocere per 6o7 minuti,finche non risulteranno teneri.Sbucciare l'aglio ,schiacciatelo,mondate il basilico,tritate insieme nel frullatore con i piselli,i gherigli di noce.Unite i grana grattugiato,versate a filo 2 cucchiai di olio,salatelo.Il composto deve risultare liscio e omogeneo.In una pentola,portate ad ebolizzione abbondante acqua salata,versatevi la pasta e portatela  a cottura,scolatela,conservate mezzo bicchiere di acqua.Unite il pesto all'acqua di cottura,mescolate,condite gli spaghetti,distribuite nei piatti,cospargere di grana,guarnire con foglie di basilico intere.Spruzzare con pepe nero.





30 mag 2013

FAZZOLETTI DI PASTA CON FIORI DI ZUCCHINE E ACCIUGHE SOTT'OLIO


lisaricette.blogspot.it
Non mi riconosco piu',chiedo aiuto perche' sono fuori orbita;è troppo per me ,sono cosi' presa da questa sfida ,che prima che finisce tutta la gara,sarò' ammattita del tutto.
Come sapete (dalla ricetta precedente)partecipo per il sito Cuoco di Fulmine alla sfida del Contest Tutti Cuochi per te.Stavolta gli ingredienti che si richiedevano sono abbastanza particolari e,quindi sono andata in tilt,preparare un piatto con i fiori di zucchine,un pesce azzurro,frutta secca,due prodotti della linea Ponti che ci sono stati spediti in precedenza per poterli utilizzare per poter partecipare alla gara.
Non è stato facile,ho sofferto ,un tarlo che si è impossessato della mia mente,fin quando mi sono decisa a preparare il piatto per non arrivare tardi ,le idee erano tante,le pensavo ma sembravano tutte banali.
Mi sono messa ai fornelli con delle idee che ho cambiato piatto facendo,e cosi' per non prolungarmi oltre ,
è nata questa ricetta ,perfino io mi sono sorpresa  alla fine,ma che sollievo,finalmente mi si era liberata la mente.


Ingredienti per 2 persone:
4 sfoglie di pasta all'uovo
3 filetti di acciughe sott'olio
2 gocce di glassa gastronomica Ponti
5 fiori di zucchine
6 noci
un pizzico di peperoncino in polvere
olio di oliva extra vergine
aglio
burro
formaggio dolce grattugiato
1 finocchio


Scaldare due cucchiai di olio in una padella,rosolare l'aglio,eliminare,spegnere il fuoco.
Aggiungere i filetti di acciuga sminuzzate,i fiori tagliati a striscioline,le noci pestate o frullate,il peperoncino.
Far bollire l'acqua per la pasta,appena bolle,calare le sfoglie,far cuocere per alcuni minuti,scolare e fare raffreddare.Tagliare la pasta in 8 quadrati,mettere al centro il ripieno distribuendolo per tutte le sfoglie,piegare a fazzoletto.
Fondere il burro,
tagliare il finocchio a strisce sottili,unire al burro,scaldare per pochi minuti(il burro non deve bruciare,deve essere caldo).
Condire la pasta con la salsa di burro e finocchio a cucchiaiate,spruzzare con il formaggio dolce grattugiato,
un pizzico di pepe,passare pochissimi minuti al grill,impiattare.

Con questa ricetta partecipo alla sfida di:

Grazie a Ponti.

14 mag 2013

PACCHERI CON PESCE SPADA E MELANZANE


https://www.facebook.com/CuocoDiFulmine





Con questa ricetta ,partecipo al Contest di Cuoco di Fulmine:TUTTI CUOCHI PER TE.

Ingredienti:
500g di paccheri
500g di melanzane
500g di pomodorini
basilico
2 fette di pesce spada
sale,pepe
olio di oliva 
1 bicchiere di vino bianco secco
1 bicchierino di Dolce agro di Ponti


Pulire le melanzane,tagliarle a dadini piuttosto grossi,mettere sotto sale per 10 minuti.
Tagliare la pelle esterna del pesce spada,ridurre la polpa a cubetti ,mettere in una padella antiaderente,far rosolare a fiamma alta per alcuni minuti,bagnare con il dolce agro Ponti,far evaporare,aggiungere il vino e ripetere l'operazione.
Friggere le melanzane in olio bollente,unire al pesce spada,tagliare i pomodorini a rondelle,tuffarli in padella.
Cuocere i paccheri al dente,calare in padella,saltare per pochi minuti,spruzzare con abbondante basilico tritato con un po' di olio.











04 mag 2013

TORTA SALATA PASTA STRUDEL CON ZUCCHINE E CAROTE





Ripubblico questa ricetta che conservo nel mio blog;è una torta salata speciale,molto saporita,ricca di verdure e formaggi,ma la cosa che piu'
mi ha colpita è l'impasto ,una pasta strudel che si adatta molto a questa preparazione e per tutte le torte salate che si vogliono fare per stupire.L'ho scelta dal blog :Un filo di erba cipollina,mi ha attratta subito per il suo gusto delicato,e nel prepararla ho rispettato i suoi ingredienti,ringrazio di nuovo l'autrice,per la ricetta vi mando al suo blog:http://www.unfiloderbacipollina.it/metamorfosi-di-uno-strudel-o-di-una-quiche-3/
Questa è la prima di tante che postero' per riproporle e condividere con voi,per chi le avesse perse,sono le ricette di tante amiche del web che ho voluto cucinare per simpatia ed ammirazione.



26 apr 2013

ELICHE CON VERDURE DI PRIMAVERA




Premetto che questo piatto l'ho realizzato da un'idea del sito DOLCI A GO GO;ammiro tantissimo Imma ,,seguo il suo bog,e tutto il suo successo meritato per la tanta cura che mette in tutto quello che realizza.
Questo piatto è il piatto della domenica,di quando si vuol uscire dalla solita routine ,mi è piaciuto tantissimo,ho scelto di provarlo per i suoi colori,per la freschezza degli ingredienti,per l'innovativo metodo di cuocere la pasta insieme alle verdure,saltarla,amalgamando tutti i sapori .
Ringraziandola ,e scusandomi di non averla seguita alla perfezione,ho apportato delle mie variazioni del piatto stesso ,per gusti e metodi personali.

Ho rosolato appena una cipolla in olio di oliva extra vergine,aggiunto due zucchine a ronelle,e due carotine ;fatto cuocere per qualche minuto,quindi ho unito 100g di pisellini freschi  e qualche pomodorino rosso .
Avevo dei fagiolini gia' lessi,in pentola anche loro con il resto;ho salato,ed ho calato una tazza di acqua calda
nel tutto.
Ho fatto cuocere per 10 minuti,coperti,calato la pasta ,
La pasta deve essere abbastanza al dente,infine spolverizzare con parmigiano grattugiato.


21 apr 2013

TORTA MORBIDA AL CIOCCOLATO



Oggi avevo voglia di coccole;quale modo migliore se non farsi un bel dolce al cioccolato?
Un'antidepressivo per eccellenza,unico alimento per farci tornare bambini,avevo delle tavolette da smaltire,la ricetta mi è capitata a portata di mano da un'inserto regalato da Cucina Italiana nel numero di aprile,che aspettare?Semplicissima da preparare questa torta è morbidissima ,oltre che golosa ,è un esempio di cosa si puo' preparare con una tavolozza di cioccolato,un dolce speciale per la sua tenerezza,oltre che racchiudere tutto il sapore del cioccolato sciolto ,che ritorna con il suo sapore racchiuso in una tenerissima fetta di torta,come per magia.


Ingredienti:
cioccolato fondente g 300
latte g 170
zucchero g 150
farina integrale g 80
2 uova
burro g 65
maizena g 60
gherigli di noci g 60
un'arancia
bicarbonato
sale

Fondete il cioccolato a bagnomaria.Stemperatelo con il latte,scaldato con una scorza di arancia.
Montate il burro con lo zucchero,2 tuorli e un pizzico di sale,poi unite i gherigli di noce tritati finemente,il cioccolato fuso,la farina,la maizena,un cucchiaio raso di bicarbonato e infine gli albumi,montati a neve con un po' di sale.Imburrate uno stampo a cerniera  foderato con carta da forno,imburrate ,infarinate.
Versate il composto e infornate a 165 °C per 40 minuti circa.

Ringrazio Cucina Italiana.



17 apr 2013

PER ESSERE VICINI AL POPOLO AMERICANO

Mi associo con questo segno di lutto per testimoniare l'ultimo massacro commesso a Boston,siamo tutti vicini a coloro che hanno perso i propi cari per un deplorevole gesto ,preghiamo per le vittime e per il popolo americano.lisaricette.blogspot.com

12 apr 2013

PIZZA RUSTICA DI ZIA ELENA


















Una ricetta molto antica,non so con precisione la sua origine,solo che da quando ben ricordo,la faceva mia nonna,mia zia,mia mamma ,ed ora io ogni volta che mi va,la preparo con gioia.
La conservavo in un mio quaderno da anni,custodita come un gioiello di famiglia,un bene non materiale, benesi' affettivo,ora voglio condividerla perché' non credo che ci saranno dopo di me  persone adatte a
descriverla per farla amare come è stata amata in tanti anni da chi la preparava con tanto amore e poi trasmessa con lo stesso sentimento .Spero che non vada perduta , perché' con la sua scomparsa nessuno avrà  più' negli anni a venire l'opportunità' di appropriarsi di tanta bontà'.


Per la pasta base:750g di farina
250g di sugna
un pizzico di sale
4 rossi di uova
4 gusci di acqua
ps .la sugna non puo' essere sostituita,ne vale la originalita' della ricetta
Fare la fontana,rompere i rossi di uova,aggiungere l'acqua;incominciare ad impastare velocemente unendo un cucchiaio alla volta la sugna,impastare il tutto,far riposare in frigo un'ora.

Ripieno:500g di ricotta
10 uova+4 albumi
150g di salame (una sola fetta)
150g di pancetta (una sola fetta)
150g di provolone dolce (una sola fetta)
100g di formaggio romano grattugiato
100g di parmigiano grattugiato
pepe
In
 una ciotola rompere le uova,battere bene,aggiungere un pizzico di sale,il pepe,unire la ricotta,stemperare bene;tagliare i salumi a dadini,e versare nell'impasto insieme ai formaggi.
Battere gli albumi,amalgamare al tutto.
Dividere la pasta base in due panetti,tirare al matterello un disco ,foderare uno stampo,versare il ripieno gia' preparato,coprire con il secondo disco,chiudere bene i bordi ,infornare per un'ora circa a 180°.

02 apr 2013

TORTA PASQUALINA

La torta pasqualina è una preparazione clou del periodo Pasquale;sappiamo tutti che è molto elaborata,bisogna essere abbastanza brave ed esperte per la sua riuscita,io anni fa ,ho frequentato un corso di cucina dove ho appreso tutti i segreti .Anche se la mia non è eccellente,mi accontento ,anche perche' piu' si prepara e piu' si entra nella tecnica della ricetta.
Questa Pasqua mi sono lanciata di nuovo in questa avventura,ne sono felice,alla fine il risultato  mi ha
appagata molto ,specialmente quando l'ho presentata ,e gustata.
Non ho fatto la versione originale ,mi prendeva troppo tempo;ho usato per coprirla solo 4 sfoglie ,come uso sempre fare,il ripieno è quello autentico ,sublime direi,vale la pena credetemi.

Questo è il ripieno
Prima di chiuderla

A cose fatte

La foto dopo la cottura non ho potuto catturarla perche' ha dovuto viaggiare,e prima di fotografarla,l'hanno divorata,alla prossima .



Lessare un kg.di bietole,farle scolare bene ,strizzarle e tagliarle grossolanamente.Fatele soffriggere lentamente in olio ed aglio,tenetele da parte.Impastare 500g.di ricotta con 3 uova e parmigiano grattugiato.
Intanto preparare le sfoglie con 500g di farina,un pizzico di sale,un bicchierino di olio di oliva,due bicchieri di acqua fredda.Lavorare bene,dividetelo in quattro pezzi,fatelo riposare in frigo quasi un'ora
Foderate uno stampo con la prima sfoglia tirata sottile ed unta con un pennello,sovrapponete la seconda ,riempite con il composto di bietole e ricotta,fate degli incavi dove metterete le uova coperte di un pizzico di sale,un po' di pepe,un cucchiaio di parmigiano grattugiato.Ricoprite con la terza e quarta sfoglia sempre tirate sottili e oleate,chiudete bene i bordi.A questo punto se avete una cannuccia,fate un forellino in un punto della torta ,soffiare finche' non si gonfia.Cuocere per 45 minuti a 180° forno ventilato.


Post in evidenza

RAVIOLI RIPIENI DI MELANZANE CON POMODORI FIASCHETTO FRITTI ,BASILICO E SCAGLIE DI PARMIGIANO.

     Ritorno da un'assenza un po' forzata dovuta per motivi di salute,non volevo mancare a questa in...