Translate

18 feb 2017

Torta con formaggio emmental,prosciutto cotto e salame.



Vi sarete accorti tutti che ho un neo in fotografia,non è il mio forte,io ci provo,ci metto tutta la buona volontà',ma il risultato è sempre quello.Mi spiace tantissimo,dopo tanto lavoro per preparare una ricetta come questa che vale,vi assicuro,mi resta sempre un magone perché' mi piacerebbe tanto creare un bel set ,ma non ne sono capace.E allora non mi resta che andare avanti,sorvolando (anche se una foto fatta bene da' tanto ,premia).Mi butto sulla spiegazione,un passaggio dove me la cavicchio
dandomi la possibilità' di riscattarmi .
Questa è una torta che io preparo spesso,è facile ,semplice,ma molto saporita,utile anche quando a casa non si ha pane,accompagna bene molte pietanze,salumi e piatti di verdure.
Si mangia da sola gustandone tutta la bontà',assaporando l'insieme del formaggio con i salumi ,cose che si accoppiano sprigionando i sapori che si abbinano insieme come in un magico incontro.
Ora voglio spiegarvi come preparare questa torta ,la condivido sperando che piacerà' anche a  voi.


Ingredieni:

30 g di lievito di birra sciolto in 30 g di latte tiepido+50 g di farina
250 g di farina 00
250 g di farina manitoba
3 uova
100 g di burro fuso
1 patata da 200 g lessata e passata
50 g di zucchero
10 g di sale
pepe
100 g di prosciutto cotto tritato
200 g di emmental tritato
100 g di salame tritato


Preparazione:
Per il panetto lievitato:mettere in una terrina il lievito sciolto nel latte e 50 g di farina;far lievitare per 1/2 ora circa.Unite tutti gli ingredienti e lavorare il composto ,anche a macchina per 10 minuti.Imburrate ed infarinate uno stampo da savarin(io non avendolo disponibile ho usato uno stampo per torte alto)mettetevi il composto .Lucidate la superficie con un uovo sbattuto.
Fate lievitare e poi infornate per 30 minuti a circa 180°.



Per questa ricetta ringrazio la Scuola di cucina :Cucina Amica di Napoli.

02 feb 2017

Spaghetti con crema di cavolfiore,cubetti di provola,formaggio pecorino



Ed eccomi presente a questo nuovo appuntamento felice di poter fare la cosa che piu' mi piace.Di hobby ,ne ho pochi,in prima lista c'e' la mia passione per la cucina,quando mi metto ai fornelli nessuno mi ferma.Poi il piacere di condividere presso questa pagina,dal mio blog ,le ricette che mi fanno impazzire,pensando sempre di essere in grado di accontentarvi e di essere una buona comunicatrice .Questa è una ricetta delle piu' semplici in assoluto,la pasta con il cavolo(che oltre a far bene ,è un'ortaggio che si presta per parecchie preparazioni).In questo caso,ho voluto sperimentare un nuovo modo ,sapete che mangiare sempre le stesse cose non è nella mia indole.Ho trasformato anche se di poco la preparazione della pasta è cavolo tradizionale in un piatto piu' interessante nella sua semplicita'(secondo il mio punto di vista)Non mi ricordo,non sono a conoscenza di questa versione ,non so se esiste ,ma io sono molto entusiasta di aver avuto questa idea.,conclusione,ne è uscito fuori un piatto molto gustoso dagli ingredienti poveri ma goloso,ricco di sapori,sano,sempre una pasta e cavolo ma un po' rivisitata,perche' anche gli occhi vogliono la loro parte.


Ingredienti per 4 persone :
Spaghetti 400 g
1 cavolfiore bianco di media grandezza
olio extra vergine di oliva a piacere (ma qui consiglierei di essere un po' generosi)
sale qb.
aglio 1  spicchio
formaggio pecorino romano grattugiato 100 g
provola 1 fetta spessa da 200 g
pepe o peperoncino a piacere





Ho pulito il cavolo e l'ho tagliato in tante cimette dividendole per una cottura piu' veloce.
In una padella ,ho messo lo spicchio di aglio in camicia,ho aggiunto l'olio,ho fatto rosolare
l'aglio e poi eliminato.Ho aggiunto il cavolo senza asciugarlo,l'ho coperto e fatto cuocere per
10 minuti ,poi ho messo un bicchiere di acqua calda e salato.Ho continuato la cottura per ancora 10 minuti ,poi quando è diventato morbido,ho ridotto tutto in purea con lo schiacciapatate.
Mentre ho lessato  la pasta,ho lasciato cuocere la purea per ancora 10 minuti circa,poi
ho condito gli spaghetti con la crema ottenuta girandoli in una padella antiaderente .
Ho aggiunto la provola tagliata a cubetti,ho girato spesso finche' non si è sciolta,ho spento e
unito una generosa spruzzata di pecorino grattugiato,e pepe nero macinato.


27 gen 2017

Paccheri con pomodorini confit,melanzane,pecorino nero .


Felicissima di ritornare a postare in questa pagina del mio blog dopo tanta assenza,non è facile per me spiegarvi.  quanto ho penato,ma per ragioni di salute ,ho dovuto fare un riposo forzato(anche se non posso assicurarvi una continuita' come prima)spero che ci sia rimasto qualcuno ad aspettarmi.
Mi farebbe molto piacere ,perche' parlare a (vanvera)non mi è mai piaciuto,traduzione:è brutto parlare e nessuno ti ascolta .Bando alle cose tristi,oggi vi presento un piatto che non ha niente di innovativo,anzi,è un piatto molto semplice,visto e rivisto,ma fa parte di quei piatti che io amo tanto e che mi piace rivisitare.Chi mi conosce sa che non amo ne' mangiare ,ne' proporre sempre le stesse ricette,allora di tanto in tanto mi invento qualcosa e trasformo anche se di poco piatti comuni e tradizionali a mio piacimento,puo ' sembrare una Norma,ma non lo è,lo scoprirete.







Ingredienti per 4 persone:

Paccheri di semola di grano duro 400g gr
pomodorini del "piennolo de Vesuvio 500 gr
melanzane 500 gr
olio extra vergine di oliva 5 cucchiai grandi
sale qb.
pepe qb.
basilico
caprino nero  a piacere.



Tagliate le melanzane intere con la buccia a dadini,mettetele a spurgare nell'acqua e sale.Intanto pulite i pomodorini,tagliateli in quattro parti,eliminate i semi.Poggiateli in una pirofila da forno,fateli cuocere per un'ora e mezza a 90°.
Eliminate l'acqua dalle melanzane , strizzatele,friggetele nell'olio di oliva.Cuocete i paccheri al dente,scolateli in una padella larga,aggiungete le melanzane fritte,i pomodorini essiccati al forno,il pepe a piacere,il basilico tritato,saltate tutto velocemente.Spegnete il fuoco,servite con abbondante
pecorino grattugiato su ogni piatto.
La particolarità' di questo piatto,è dovuta dall'aggiunta del pecorino che da' un sapore al tutto non comune ,ed ai pomodorini confit.











03 ott 2016

Spaghetti con tonno sott'olio saltati in padella


Piatto estivo per eccellenza,veloce ed economico,è preferito spesso da persone con gusti semplici
ma di ottimo palato.Vi propongo non la classica versione,ma qualcosa di più' frizzante che ingolosisce non poco,saltato in padella ,un'idea che mi è venuta in mente per esaltare ancora di piu'
il gusto  di    questo ingrediente ,questo ci fa capire come si può' trasformare un piatto semplice in un piatto
da gourmet. Basta poco infatti,questi spaghetti  si preparano in pochi minuti ,ma lasciano molto soddisfatti a chi li mangia ed          
a chi li cucina.Proponiamolo spesso ai nostri amici,parenti,anche perché è un piatto sano, ricco di vitamine ,grassi insaturi,omega 3.
Questa è la mia versione,ma qualora non si desiderasse qualche ingrediente aggiunto,basta eliminarlo,oppure se lo preferiamo poco sapido,lo scoliamo ed usiamo l'olio di oliva etra vergine .

 Ingredienti per 4 persone:

320 g di spaghetti
2 vasetti di tonno sott'olio
1 bottiglia di salsa di pomodoro
1 cipollina
1 peperoncino
pepe
sale
olive nere per guarnire
prezzemolo tritato

In una padella,fate imbiondire la cipollina,poi unite la salsa di pomodoro,salate poco,fate cuocere per almeno 20 minuti.A questo punto,aprite i vasetti del tonno,sgocciolateli,unite il pesce al sugo,facendolo amalgamare per insaporire il tutto.
Fate cuocere la pasta in abbondante acqua salata,quando è al dente,calatela direttamente nella padella
aiutandovi con una forchetta grande,evitate il piu' possibile l'acqua di cottura.
Cominciate a saltare la pasta piu' volte e fino a quando pasta ,tonno e pomodoro,diventano tutt'uno.
Aggiungete il peperoncino sminuzzato,un pizzico di pepe.Guarnite il piatto con olive nere e prezzemolo tritato.






10 set 2016

PASTA ,piselli e nduja


Ritorno dopo un po' di riposo forzato con una ricetta classica da me rivisitata,molto semplice ma dal gusto piccantino dovuto all'aggiunto della nduja.Per chi non la conosce,la nduja è un salume piccante 
di origine calabrese,conosciuto in tutta Europa per la sua caratteristica.Mi è stato regalato recentemente un vasetto in versione spalmabile,ottimo per condire crostini oppure condire sughi.
Conoscendo il suo sapore insuperabile,infatti dicono che sia afrodisiaco,ho pensato di arricchire la mia pasta e piselli e renderla piu' saporita e gustosamente dal sapore forte.Cosi' è stato,è stato un vero piatto "bomba"che consiglio a chi ama i gusti forti, invece per chi ama i sapori delicati e vuole provarlo,basta essere molto parsimoniosi nel suo uso,l'unico modo per apprezzarlo in qualsiasi ricetta che vorrete preparare.Vedrete poi,che vi abituerete e pian pianino,se lo gusterete aumenterete le dosi,non potrete piu' farne a meno,i vostri piatti,acquisteranno un sapore piccante si',ma genuino .


Ingredienti:
Pasta a piacere per 2 persone:160 g
piselli surgelati 300 g
pancetta arrotolata 100 g
olio di oliva 4 cucchiai
sale
1 cipolla piccola di Tropea
menta o basilico tritato
Nduja 2 cucchiaini rasi (per chi ama il piccante)
Formaggi misti tra cui pecorino e parmigiano grattugiati




Affettare la cipolla e farla imbiondire in una padella con l'olio,aggiungere la pancetta tagliata sottile
facendola rosolare qualche minuto.Unire i piselli e senza aggiungere acqua o altri brodi,a fiamma lenta farli cuocere girandoli spessi.Quando i piselli sono morbidi,calare la pasta nella stessa padella 
e con l'acqua di cottura farla cuocere lentamente saltandola ogni tanto(se occorre,bagnare con un bicchiere di acqua appena)Salare,e saltare la pasta fin quando è cotta,aggiungere i formaggi e infine la crema di nduja diluita in un cucchiaino di olio.
Far saltare ancora per qualche minuto,mantenendo la cottura al dente e servire.