27 dic 2012

E DOPO TUTTE LE SCORPACCIATE ,CI STA UNA BELLA MINESTRA.



Sono molto sconcertata,dopo tre giorni passati ai fornelli,il pensiero di pensare ai piatti da inserire nel menu' del cenone di fine anno,mi spaventa.Fra le tante cose che ho preparato per Natale,mi è mancata questa minestra;quando ero a casa con i miei genitori,mia mamma la preparava sempre con dedizione,diceva che era una tradizione.Infatti,per questo ne ho sentito tanto la nostalgia,dei suoi profumi,della sua bonta';e poi la amo tanto come minestra,anche se è molto elaborata,la vera quella di origine napoletana ,impegna moltissimo,alla fine,ne vale la pena.Non manchera' nel mio menu' di inizio anno,le tradizioni continuano,ho un'affezione particolare per questo piatto ,è un rituale troppo prezioso per non ripeterlo.
Ci vogliono tanti tipi di verdure per la sua riuscita,scarole novelle,borragine,cicoria,scarole,bisogna pulirle molto bene,lessarle.A parte rosolare un bel pezzo di carne di maiale,qualche salsiccia,aggiungere del brodo caldo,quando bolle,versare le verdure preparate.
Tagliare a dadini pecorino ,romano e parmigiano,aggiungere alla minestra,far cuocere almeno una mezz'ora. Al momento ,servire con una spruzzata  di parmigiano su crostoni di pane.

Foto dal web.
















































2 commenti:

Rosetta ha detto...

Brava Lisa, ho letto la tua ricetta ma purtroppo alcune verdure non le trovo in questa stagione.
Buon proseguimento delle feste
Mandi

LISA51@email.it ha detto...


Rosetta@Queste verdure sono di stagione,credo;a Napoli solo in queste feste ed a Pasqua prepariamo questa minestra.Ok.un bacione,Lisa.

Post in evidenza

RAVIOLI RIPIENI DI MELANZANE CON POMODORI FIASCHETTO FRITTI ,BASILICO E SCAGLIE DI PARMIGIANO.

     Ritorno da un'assenza un po' forzata dovuta per motivi di salute,non volevo mancare a questa in...